di Roberto Quondamatteo

La storia postale è anche studio e passione per i francobolli che, spesso, documentano la storia, l’arte e raccontano di uomini straordinari. E’ il caso di Alfons Mucha, uno degli artisti più importanti dell’Art Nouveau (lo stile Liberty). Nato il 24 luglio 1860 a Ivančice (oggi Repubblica Ceca) eseguì i bozzetti di molti francobolli emessi dalla Cecoslovacchia.

Già nel 1918 disegnò la serie “Hradčany” che raffigura la Cattedrale di San Vito, ricca di profondi significati storici e culturali per il suo Paese che era si reso indipendente dall’Impero austro-ungarico. Le Poste cecoslovacche, negli anni, hanno onorato l’artista con l’emissione di molti francobolli commemorativi.

Nel 1894 Mucha realizzò il poster ufficiale della pièce teatrale “Gismonda “ per l’attrice Sarah Bernhardt, considerata una delle più grandi attrici teatrali del XIX secolo e soprannominata “la Voce d’oro” o “la Divina”. Il manifesto riscosse un grande successo in tutta la Francia e lo consacrò come il più grande grafico del suo tempo, tanto che si cominciò a parlare di un vero e proprio “stile Mucha”.