di Gerhard Mitterer (Monaco di Baviera)

La terza guerra di coalizione tra Austria/Russia e Francia con la Baviera, politicamente collegata, si concluse con la battaglia dei Tre imperatori ad Austerlitz del 2 dicembre 1805 e con la pace di Pressburg del 26 dicembre 1805.

A causa dei combattimenti nel Tirolo, il percorso postale Innsbruck – Bolzano, la via del Brennero, fu bloccato.

La Convenzione postale con il cantone di Zurigo.

In piena guerra, l’8 ottobre 1805, fu raggiunto un accordo preliminare tra la Direzione Generale delle Poste Imperiali e la “Direzione Generale delle Poste del Cantone e Arrondissement di Zurigo” per un collegamento postale “tra l’Impero tedesco e gli Stati nordici da una parte, e la Svizzera, l’Italia e, se necessario, la Francia dall’altra”.

Il percorso postale doveva andare da Zurigo a Chiasso, che è vicino a Como a nord di Milano. Tra Zurigo e Sciaffusa doveva essere utilizzato il collegamento postale esistente; se questo percorso postale fosse stato interrotto dagli eventi della guerra, fu concordato che la corrispondenza sarebbe stata instradata via Lindau, Costanza, Waldshut e Basilea o attraverso un altro percorso alternativo; per il percorso di collegamento con Zurigo i costi dovevano essere sostenuti congiuntamente.

Un ritrovamento negli archivi Thurn & Taxis nel 2015 lo conferma: c’era un accordo tra la posta italiana a Milano, la posta svizzera e i Thurn & Taxis in base al quale la posta sarebbe andata via Milano, attraverso la Svizzera a Sciaffusa, applicato lì il bollo “D’ITALIE” e consegnata alla Reichspost dei Thurn & Taxis. Questa pratica continuò fino alla primavera del 1806.